Promozione di Agosto

Capitan BavastroBreve post estivo solo per comunicare che il mio romanzo storico d’avventura “Capitan Bavastro” sarà in promozione per tutto agosto e in tutti i maggiori eBook-store a 0,99€. Credo/Spero possa essere una buona occasione per chi ancora non l’abbia letto.

Ne approfitto quindi per augurare Buone vacanze a tutti/e.

 

Il Tatuaggio di Sabbia

il-tatuaggio-di-sabbia2Titolo: Il Tatuaggio di Sabbia

Autore: Stefano Di Marino

Editore: Quondam eBooks

Trama:

1947. In una notte di tempesta un mercantile si avvicina a Pointe Noire, sulle coste del Congo. A bordo un carico di armi e uomini pericolosi. Tra questi anche Bruno Spada, in fuga dall’Europa ma con un preciso obiettivo nella mente. Vendicare la sua famiglia e ritrovare un favoloso giacimento di diamanti a cui ha dato la caccia per più di dieci anni: la Montagna degli Spiriti della Luce.

Sulla sua strada mercenari, legionari, banditi di ogni risma, e soprattutto il suo mortale nemico Klaus Hassler, ossessionato dall’idea di far rinascere il Reich. Ma in una vecchia casa coloniale circondata da un giardino lussureggiante c’è una donna, Katalè, figlia di un piantatore belga e di una fattucchiera vudù. Anche per lei si prepara un destino denso di incognite, di tradimenti e pericoli. Forse sarà la passione a unire Bruno e Katalè, concedendo una nuova possibilità a ognuno di loro. O forse la perversa sensualità di Erika o la ferocia di Alessandro li perderanno in un intrico di vegetazione, di acquitrini, di selvaggi riti pagani.

Dai deserti etiopici all’Italia del dopoguerra, sino a una foresta impenetrabile e spietata in cui odi antichi e magie ancestrali costringono uomini e donne a restare uniti per sopravvivere.

Commento:

Un’altra – l’ennesima – affascinante avventura esotica firmata da Stefano Di Marino, un genere in cui solitamente eccelle. E questo eBook lo conferma.

Il teatro d’operazioni è l’Africa più profonda e oscura, e la timeline si posiziona appena dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Tra fascisti e nazisti in fuga, partigiani, legionari e colonizzatori, tribù africane guerriere e pigmei cannibali, incredibili tesori nascosti e spaventosa magia nera – ma senza mai dimenticare le donne più letali e ammalianti, anche nella giungla più impervia – questo romanzo scorre che è un piacere, pagina dopo pagina, fino a una conclusione letteralmente… esplosiva.

Un’ottima prima lettura del 2014.

Feedback:

Il romanzo sul sito dell’editore.

Il blog dell’autore.

Capitan Bavastro

Capitan Bavastro
Titolo:
 Capitan Bavastro

Autore: Enzo Milano

Genere: storico/avventura

ISBN: 9788867556953

Acquistabile in formato ePub e Mobi su Ultima Books e sugli altri maggiori eBook-store.

Trama:

“Giuseppe Bavastro (Genova, 1760 – Algeri, 1833) è stato un corsaro italiano, autore di imprese non comuni nel Mediterraneo e nell’Atlantico. Dall’assedio di Genova del 1800, alle missioni militari e di spionaggio contro l’odiata Royal Navy. Dal duello con il leggendario cacciatore di corsari Thomas Cochrane, fino alla battaglia di Trafalgar. Dalla liberazione di Napoleone Bonaparte all’isola d’Elba, all’approdo in Sudamerica, in appoggio alla guerra d’indipendenza di Simon Bolivar. Tra schiaccianti vittorie, cocenti sconfitte e continui problemi con le donne della sua vita, la figura di capitan Bavastro è comunque destinata a passare alla storia, quella che non si scrive perché troppo scomoda per i vincitori.”

La mia ultima creazione è arrivata. Un romanzo che si discosta abbastanza dalla mia “solita” produzione, attestandosi infatti nel genere storico e d’avventura, senza derive nel fantastico.

Una storia tutta vele, cannoni e lupi di mare, ambientata nel 1800. Ma niente Mar dei Caraibi, tesori nascosti o arcane leggende esotiche a far da cliché. “Capitan Bavastro” è la reinterpretazione della vita di un corsaro italiano realmente esistito. Un piccolo pesce del Mediterraneo che è stato capace di mettere in crisi da solo i più agguerriti squali del tempo. Tutti quanti, nessuno escluso. Capace di perdere solo con se stesso.

Per chi fosse almeno un po’ incuriosito, può dedicarsi ai due link d’approfondimento: tutto il primo capitolo del romanzo scaricabile gratuitamente, e un post di ricerca storica sulla vita di Giuseppe Bavastro.

Come sempre, eventuali feedback saranno graditissimi. Buona lettura.

Approfondimenti:

Scarica GRATIS il primo capitolo.

Chi è Giuseppe Bavastro?

Feedback:

La segnalazione dal blog di Ferruccio Gianola.

Il romanzo su “10 righe dai libri”.

Capitan Bavastro – Anteprima

Capitan Bavastro AnteprimaCome già anticipato, ecco tutto il primo capitolo del mio prossimo romanzo “Capitan Bavastro – L’Intrepido”.

Si tratta di un file PDF scaricabile gratuitamente, allegato in fondo a questo post.

Cap. 1 – L’Assedio di Genova:

“Nel mese di gennaio del 1800 Genova, difesa dai francesi, finisce sotto assedio. Chiusa dal mare dal blocco navale inglese, e da terra dalla coalizione russo/austriaca.

Al generale Andrea Massena, il figlio prediletto della vittoria, serve qualcuno capace di eludere quello sbarramento, per delicate missioni di spionaggio e contrabbando. E c’è una sola persona in quel momento in città che può aiutarlo, un suo personale amico d’infanzia.

Non è un militare, e tantomeno un francese. E’ solo un comune borghese che commercia da anni nel Mediterraneo, ma con il carattere e le abilità giuste.

Quell’uomo è Giuseppe Bavastro.

Destinato a passare alla storia, quella che non si scrive perché troppo scomoda per i vincitori, come l’Intrepido. L’avversario più temibile che incontrò la Royal Navy.”

Feedback:

Scarica gratuitamente: Capitan Bavastro – Anteprima

Chi è Giuseppe Bavastro?

Giuseppe BavastroGiuseppe Bavastro (Genova, 1760 – Algeri, 1833) è stato un corsaro italiano, autore di imprese non comuni sui mari del 1800. Alcune fonti sostengono sia stato il nostro corsaro più celebre.

Ne ho già parlato quasi un anno fa, perché mi appassionai alla sua storia e decisi quindi di scriverne un romanzo. Chi segue costantemente questo mio spazio virtuale sa anche che il lavoro è concluso. L’eBook è pronto e sarà pubblicato sui maggiori eBook-store a Marzo. Nelle prossime settimane, invece, rilascerò tutto il primo capitolo in PDF gratuito, per chiunque voglia farsi un’idea.

Ma chi era veramente quest’uomo? Di punti interrogativi ce ne sono molti. Mi sono documentato il più possibile, ma ci sono parecchie nozioni non confermate o, addirittura, contrastanti tra loro. Fu di sicuro un personaggio eclettico che catturava facilmente l’attenzione, le cui scorribande si guadagnarono parecchia fama. Anche perché si ritrovò, spesso e volentieri, da solo ad affrontare i dominatori dei mari di quell’epoca, e cioè la Royal Navy.

Le sue avventure, quindi, sono state tramandate e arricchite di particolari e dettagli, talvolta esagerati, che non hanno sempre avuto riscontri ufficiali.

Si sa che iniziò aiutando l’amico Andrea Massena, comandante in capo dell’Armée d’Italie, durante l’assedio di Genova del 1800. Prese successivamente la patente di corsa e trafficò su e giù per il Mediterraneo, creando continuamente problemi all’odiata Royal Navy. Ma davvero un uomo solo guadagnò così tanta attenzione che gli inglesi arrivarono a mettere sulle sue tracce il leggendario cacciatore di corsari Thomas Cochrane?

Aiutò la Francia nel progetto di Napoleone, poi sfumato, di invasione del Regno Unito. Ma ebbe anche una parte nella celebre Battaglia di Trafalgar del 1805?

Nel 1806 andò o fu mandato nell’Adriatico, mare molto meno “interessante” del Mediterraneo. A che scopo? E per conto di chi?

Il declino della sua carriera coincide per ovvi motivi con quello dell’Impero di Francia. Ma quanto hanno influito anche le donne della sua vita? Ed è vero che aiutò Napoleone in persona a fuggire dal primo esilio all’isola d’Elba?

Nel 1818 cambiò completamente aria, andando in appoggio alla guerra d’indipendenza di Simon Bolivar in Sudamerica. Perché? Fu veramente solo quello il motivo della traversata?

Insomma. Tra storia, leggenda e licenza poetica, ho scritto un romanzo che ha delle solide fondamenta di narrativa storica, che però preferisco annoverare nel più ampio genere dell’avventura e dell’azione. Una mia personalissima reinterpretazione della vita di questo attivissimo corsaro, che si riassume con la frase:

“Un uomo non può combattere da solo il sistema, senza rimanerne stritolato. Lui ci provò lo stesso.”

P.S. per l’immagine del post ho utilizzato un fotomontaggio trovato in rete. A me piace immaginare che possa essere Giuseppe Bavastro nel 1810, quando fu invitato da Napoleone Bonaparte a Parigi, per ricevere i massimi onori dall’Imperatore di Francia.

Stay Tuned!!

Otherside

Titolo: Otherside

Autore: Giancarlo Narciso

Editore: Perdisa Pop

Trama:

Un eroe amaro, solo e ferito, ma mai rassegnato a perdere. Una dark lady affascinante e dal volto indefinibile. Una fuga da un branco di tagliagole decisi a tutto e, allo stesso tempo, una caccia incalzante a una preda che forse non esiste. Una pista che si snoda da un lato all’altro dell’Oceano Pacifico, fra ribelli, spie, mercenari, donne senza scrupoli e narcotrafficanti, in una cavalcata di citazioni cinematografiche, da Hitchcock e Leone, a Tarantino e Rodriguez.

Commento:

Una grande lettura. Rapida, coinvolgente, d’azione. La prima parte è ambientata in Asia, dove il protagonista Sergio Biancardi vive, tirando a campare come “collaboratore esterno” dei servizi segreti di Singapore. Da qui si innesca la trama, quando verrà suo malgrado coinvolto in una situazione che lo metterà nella scomoda posizione di cacciatore e preda al tempo stesso.

Da Bali a Hong Kong, la corsa contro il tempo non conoscerà mai tregua. Fino a giungere in Messico dove, in un’ambientazione da vecchio West, avrà fine l’avventura, non senza qualche buon colpo di scena preparato a dovere.

Memorabile la presenza del Titty Twister, il mitico locale notturno protagonista del film “Dal tramonto all’alba”.

Feedback:

Il romanzo sul sito dell’editore, dove è possibile guardare il booktrailer e leggere una piccola anteprima.

Assassin’s Creed

Titolo: Assassin’s Creed – Rinascimento

Autore: Oliver Bowden

Editore: Sperling & Kupfer

Trama:

Firenze, 1476.

Ezio Auditore ha diciassette anni, è figlio di un ricco banchiere alleato dei Medici, e trascorre molto del suo tempo assieme agli amici, tra divertimenti e bravate. Non ha un problema al mondo, e si gode la vita. Ma quella giovinezza spensierata termina bruscamente quando la sua famiglia viene ingiustamente accusata di aver cospirato ai danni del governo.

Suo padre e i suoi fratelli vengono giustiziati dopo che Uberto Alberti, un magistrato corrotto alleato dei Pazzi, distrugge le prove che inchiodano i veri responsabili. Solo Ezio, miracolosamente, riesce a sfuggire alla cattura. All’improvviso, è costretto a diventare adulto: deve nascondersi, difendersi, proteggere la sorella e la madre. Ma vuole vendetta.

Si rifugia dallo zio a Monteriggioni, il borgo fortificato in alta Toscana, e scopre così che il padre era in realtà membro della setta degli Assassini, che da secoli si contrappongono ai Templari, dove militano sia i Borgia sia i Pazzi.

Da quel momento e per molti anni Ezio si aggira per l’Italia, silenzioso e invisibile ma non privo di amici, per uccidere a uno a uno i Templari, di cui il padre gli ha lasciato una lista; è aiutato da Leonardo da Vinci, che costruisce per lui armi sofisticate, e da Niccolò Machiavelli, anch’egli membro dell’ordine degli Assassini.

Commento:

Sono sempre incuriosito dalle novelization, devo ammetterlo, e questa aveva il valore aggiunto di essere a sfondo storico. Questo primo volume della saga di Assassin’s Creed, in effetti, non è malaccio.

La trama è interessante, ha qualche passaggio troppo forzato (proprio come se si trattasse di missioni secondarie di un videogame) ma l’ambientazione rinascimentale, e nello specifico Firenze, ha sempre il suo fascino, e l’autore ci si destreggia bene.

Tanta azione, un protagonista che fa la parte del supereroe oscuro e la presenza della guest-star Leonardo Da Vinci, che con le sue invenzioni fa virare tutto il romanzo ai confini di quello che oggi sarebbe chiamato clockpunk.

Non fatevi troppe pretese e leggetelo a mente sgombra. E’ un divertente passatempo.

Feedback:

La scheda del libro sul sito Sperling & Kupfer.